attoresettimana_jim_carrey

Attore della settimana – Jim Carrey

James (detto “Jim”) Carrey è un eclettico attore statunitense, un riuscito comico e un sorprendente produttore cinematografico.

La sua carriera vanta numerosissime performance attoriali ma fra di esse solo quelle in The Truman Show e Man on the Moon gli garantiscono qualche riconoscimento: con esse vincerà infatti 2 Golden Globe (nel 1999 con The Truman Show e nel 2000 con Man on the Moon).

All’appello manca quindi un premio Oscar ma questo non gli ha impedito di continuare ad incantare milioni di spettatori e telespettatori sino ad oggi.

Jim è molto dotato e infatti anche i grandi registi si accorgono di lui, tanto che riesce a lavorare insieme a “mostri sacri” come Francis Ford Coppola, Ron Howard e Joel Schumacher

Non ci resta che analizzare i film che l’hanno reso così celebre.

 


 

Ace Ventura

jim-carrey-ace-ventura-when-nature-calls-warner-bros-everett-060515-1276x850Una delle coppie di pellicole che lo contraddistinguono di più è proprio quella costituita dai film Ace Ventura – L’acchiappanimali (1994) e Ace Ventura – Missione Africa (1995), nelle quali Jim si esalta con una straordinaria espressività al limite tra comicità e stupidità.

Nel primo, Jim interpreta i panni dell’investigatore privato Ace Ventura che vive a Miami ed è specializzato nel ritrovamento di animali domestici o in cattività, persi o rapiti. Ace-Ventura

Nei film di Ace Ventura troviamo la vera anima del Jim Carrey attore: qui, infatti, esce fuori tutta la bizzarria di Jim e la sua voglia di intrattenere comicamente il suo pubblico.

Le sue avventure saranno un “turbinio di strambe avventure” nel tentativo di risolvere i casi di scomparsa di animali.

 

 

Una settimana da Dio

unaJim interpeta i panni di un giornalista di un’emittente locale, tale Bruce Nolan, che viene sempre scelto per servizi poco seri, a causa del suo atteggiamento comico e passa la sua vita dividendosi fra il lavoro, la sua ragazza Grace e il loro cane Sam.

Durante l’ennesima giornata di lavoro viene assegnato ad un suo collega rivale un importante servizio che Bruce aveva sempre sperato di ottenere e perciò egli, investito dalla rabbia, fa una scenata che gli costa il lavoro.

Nelle ore successive, Bruce continua a lamentarsi con Dio per non avergli fornito quanto egli chiedeva dalla vita finchè, la mattina successiva, Bruce non riceve una sorprendente offerta di lavoro.

Ad attenderlo all’incontro di lavoro non ci sarà il suo capo, bensì Dio in persona che, adirato dalle sue lamentele verso di lui, decide di fornire tutti i suoi poteri a Bruce e di lasciarlo provare a svolgere il ruolo adibito a Dio per una settimana.

Nel frattempo le liti sporadiche con la sua fidanzata stanno diventando sempre più frequenti e così un giorno i due si lasciano. A quel punto Bruce si rende conto di dover cambiare atteggiamento verso la vita e verso chi gli sta vicino, e finalmente attua il suo percorso di rinascita personale ascoltando i consigli di Dio.

 

The Truman Show

Truman-ShowTruman Burbank è un uomo trentenne gioioso e sempre sorridente che non sa di essere l’attore protagonista del Truman Show, lo spettacolo televisivo che racconta la sua stessa vita, ripresa in diretta sin dalla nascita.

Lo show prosegue per anni come se nulla fosse e Truman continua a vivere la sua vita all’interno dell’enorme set cinematografico, il più grande mai realizzato, come se vivesse in una vera cittadina americana e trova addirittura l’amore in una giovane e bellissima comparsa silenziosa, tale Lauren. Egli si innamora di lei ma non ha il tempo di goderne perchè, durante un loro incontro, Lauren rivela la falsità della sua vita a Truman e viene quindi cacciata dal set.

The-Truman-Show-coverUn giorno, però, Truman ripensa alle parole di Lauren e si accorge che qualcosa non va: mentre sta passeggiando, riconosce il padre, che doveva essere annegato durante una gita in mare con lui.

In realtà l’episodio era stato un espediente per incutere la paura dell’acqua e non farlo allontanare mai dall’isola che rappresenta l’enorme set.

the_truman_show_1

A questo punto Truman decide di abbandonare l’isola del set attraverso una barca, ma viene incalzato dal regista dello show Christof, che gli parla dall’alto tentando di fargli cambiare idea e dicendogli che la vita sul set è molto migliore e più vera di quella grigia della vita reale. Il lieto fine arriverà nel dolce finale insieme alla ritrovata Lauren.

 

 

 

Man on the Moon

Jim Carrey

Sulla scia della stessa esperienza personale di Jim Carrey nella comicità, questo film è uno dei due che gli vanta uno dei premi più ambiti del panorama attoriale.

In esso interpreta l’attore comico statunitense Andy Kaufman divenuto famoso grazie al debutto in televisione nella sitcom Taxi.

Egli è un personaggio eccentrico e fuori da ogni schema ed è solito spiazzare il pubblico nei modi più disparati, soprattutto dando vita a un bizzarro alter ego, il cantante Tony Clifton. Insieme all’amico e coautore Bob Zmuda, Kaufman stravolgerà il concetto di spettacolo con esibizioni ai limiti del surrealismo. Un giorno però scoprirà di essere gravemente malato e allora tutto cambierà.

 

The Mask

stanley_ipkiss-1Nel film Jim intepreta i panni di Stanley Ipkiss, un timido bancario tormentato dall’arcigna padrona di casa e dal capoufficio.

Egli viene coinvolto in truffe e raggiri, ma un giorno la sua vita di rinunce e di sottomissione alle angherie cessa e cambia del tutto quando Stanley, dopo una passeggiata in riva ad un fiume trova un’antica maschera, di proprietà del dio ultraterreno Loki.

5033762-6362249762-The_MNe nascerà un’accesa ed estenuante lotta che culminerà con la definitiva separazione di Stanley dalla maschera e quindi con la definitiva separazione dalla sua metà cattiva del suo animo, “The Mask”.

Subito dopo averla presa in mano, viene subito risucchiato da essa e così si trasforma per la prima volta nel terribile e temibile “The Mask“.

La sua vita proseguirà fra le pazze avventure come “The Mask” e la solitaria e cupa vita da bancario, finchè il dio Loki non tornerà sulla terra con l’intento di riprendersi la sua maschera.

Autore dell'articolo: Gabriele Dell'Aria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *