attoresettimana_Christina Bale

Attore della settimana – Christian Bale

Bentornati con “Attore della settimana”, l’unica rubrica di approfondimento sulle performance, le curiosità e tutte le sfaccettature di attori “di alto calibro”. Oggi è la volta di Christian Bale, celebre attore britannico che nella sua carriera ha lavorato con registi storici di Hollywood come Steven SpielbergChristopher Nolan e David O. Russell.


 

The Prestige

prestigeFilm del 2006 in cui Bale interpreta un mago della Londra di fine ‘800 che ripercorre la sua vita con tutte le scelte sbagliate che ha fatto, fino alla sua impiccagione per un crimine che non ha commesso: la morte del suo rivale illusionista.

Quello in “The Prestige” rappresenta per Christian Bale la consolidazione del rapporto lavorativo con il regista Christopher Nolan dopo la loro collaborazione in Batman Begins.

 

Il cavaliere oscuro

cover1300“Il cavaliere oscuro” è stata per Christian Bale una gradissima sfida non solo per il ruolo da interpretare, il Batman di Nolan, ma soprattutto per tutto ciò che era necessario per prepararsi al meglio per quel ruolo.

Christian ha infatti dovuto prepararsi seguendo un corso di Keysi Fighting Method, arte marziale spagnola che insegna ad utilizzare istintivamente ogni parte del corpo come possibile arma, per 2-3 ore al giorno. Ha dovuto anche mantenere un particolarissimo regime alimentare e nel frattempo studiare con rigore la sua parte così da non deludere il puntighioso ma straordinario Nolan.

La sua preparazione prevede un attento studio dell’interpretazione di Jack Nicholson nel “Batman” di Tim Burton (1989) e un ripasso della sua interpretazione in  Batman Begins (2005), di cui questa pellicola è il naturale seguito.

 

The Fighter 

Il film di David O. Russell concede, dopo il grande successo con Il Cavaliere Oscuro, una seconda chance per Bale di entrare a far parte dell’olimpo di Hollywood, e ci riesce a pieno. Infatti per la sua interpretazione di Dicky Eklund, fratellastro del pugile Micky Ward (interpretato da Mark Wahlberg), Bale ottiene il suo unico premiothe-fighter-03 Oscar come Miglior Attore Non Protagonista, a cui fa coppia il successo dello stesso Wahlberg nella categoria complementare.

Ancora una volta, Bale ha dovuto modificare drasticamente il suo fisico, perché dopo essere stato il muscolosissimo Batman, per interpretare Eklund ha dovuto perdere una trentina di chili, circa un terzo del suo peso in quel momento, in cui in un intervista ha dichiarato di non voler più subire drastiche trasformazioni come quella (cosa che poi invece ha fatto in American Hustle).

 

American Hustle – L’apparenza inganna

american-hustle-bradley-cooper-christian-bale1In “American Hustle” troviamo la vera essenza recitativa di Christian Bale anche un aspetto fisico del tutto nuovo che gli ha creato non pochi problemi: per prendere parte al film è dovuto ingrassare di quasi 20 chili, si è dovuto rasare la testa per fingere un riporto e ha recitato per tutto il tempo storto, al punto che ciò gli ha procurato un’ernia del disco e tutto solo per apparire più basso di 7 cm.

Si potrebbe dire che ne è valsa la pena vista l’interpretazione straordinaria del personaggio di Irving Rosenfeld ma la salute è sempre un bene da salvaguardare in qualsiasi circostanza.

 

La grande scommessa

la-grande-scommessa-burryIn “La grande scommessa” assistiamo ad un Christian Bale in versione master della finanza ed in particolare si nota subito che il ruolo di Michael Burry gli calza talmente a pennello che lo interpreta come se fosse lui stesso.

L’aspetto psicologico, della magistrale interpretazione, lo rende talmente sublime al pubblico da surclassare le se pur ottime interpretazioni di mostri sacri come Ryan Gosling e Brad Pitt. Non a caso ottenne la candidatura per il miglior attore non protagonista.

Autore dell'articolo: Gabriele Dell'Aria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *